Perchè no?


  • Editori

    Il mio dilemma odierno è : Perchè no?
    L'altro giorno stavo guardando un video su ted che parlava di come possiamo aumentare le nostre capacità. Questa ragazza spiegava come venisse attirata in un primo momento dalla novità in un singolo settore e dopo un pò avvertisse un senso di noia.

    Passava mesi e mesi a studiare specifiche materie e dopo un po arrivava il momento di noia.

    **NOIA **
    Questa parolina mi ha lasciato un senso di curiosità.
    Ho proseguito la visione di tutto l'intervento e non ci ho pensato più..

    Nei giorni successivi mi sono resa conto che questa parolina stimolava altri pensieri. Come se cercasse delle associazioni ad altri concetti.
    Altre curiosità, altre spiegazioni..

    Ieri ho preso il pc, sono andata su google ed ho cercato.

    Noia scuola
    Noia tecniche

    Dopo numerose ricerche sono arrivata a diversi articoli veramente interessanti.
    Alcuni proponevano di utilizzare l'arte per combattere la noia, altri di cambiare prospettiva.

    Tutti gli articoli erano molto interessanti ma non rispondevano alla mia ricerca.
    Non mi sentivo ancora appagata dal risultato delle mie ricerche.

    Mi sono accorta dopo numerose riflessioni che sbagliavo la formulazione della mia domanda.
    Non mi interessava combattere la noia ma volevo capire quali azioni/comportamenti sviluppassero la noia. Come mai ci annoiamo?
    Qual'è la scintilla che provoca la noia?

    La risposta è arrivata da sola .. quando mancano gli stimoli!
    Questa risposta è semplice, potrebbe essere formulata anche da un bambino.

    Ok, perfetto.. Abbiamo trovato la soluzione.
    Giusto?? Niente di più sbagliato...

    Questa risposta stimola altre domande. Cosa sono gli stimoli? Sono uguali per tutti? Mutano nel tempo?

    Perfetto, la soluzione è : Fare le domande giuste

    Applicando questo concetto statico nella realtà sappiamo che ci sono delle anomalie nel presupposto. È vero che ogni risposta solitamente stimola altre domande.

    È le risposte?
    Per esperienza personale posso dire che ci sono delle risposte molto povere di stimoli. Anzi stimolano l'assenza di future domande.

    Questo è un problema molto serio perché non permette la maturazione, la formazione e la comunicazione bidirezionale.

    Adesso consideriamo di applicare la nostra idea nel mondo reale o virtuale:

    Persona 1: Cos'è? Come faccio? Posso fare diversamente? Ci sono alternative?

    Persona 2: Si, ci sono alternative. Guarda questo progetto. Puoi applicarlo in altri contesti.

    Queste risposte stimolano domande che possono essere applicate anche in altri contesti.

    <<Questo esempio è molto simile agli esempi di buona comunicazione e cattiva comunicazione>>

    A mia discolpa :P vi dico che sono degli argomenti correlati e simili.
    Perché la comunicazione sta alla base di tutto (Arte, Informazione, musica, scienze, libertà)

    <<Scusate ma questo concetto non mi stancherò mai di dirlo.>>

    Siamo arrivati alla conclusione che la noia nasce dalla mancanza di stimoli.
    Gli stimoli siamo noi a crearli con i diversi atteggiamenti propositivi, con comunicazione bidirezionale.
    Gli stimoli non possono essere classificati e utilizzati in un solo settore.
    Le domande stimolano la condivisione di concetti, l'interazione fra diversi campi e la creazione di diverse skill.

    Queste conclusioni sono molto soggettive e variano da persona a persona.

    Ricordatevi che: Tutto è mutevole. Se vi assale la noia nel vostro lavoro, scuola,vita domandatevi: Perchè? Come mai? Cosa devo cambiare?. Siate sinceri con le vostre domande. Questa volta solo voi potete fare la differenza.

    La noia è come una domanda mai posta e risposta mai data.


  • administrators

    Ehi @Mariella vedo che sei sempre operativa.
    Grazie per i tuoi numerosi contributi.
    Condivido l'idea di creare un contesto libero.
    Condivido l'idea di rispondere per creare stimoli e legami.
    Mi piacerebbe se si parlasse di più su come incentivare l'esperienza e le multi- competenze.

    Cosa intendo per Multi-competenze?
    Riutilizzare e riciclare le competenze acquisite.
    Sulla base di queste competenze crearne di altre e allo stesso modo riutilizzarle (in qualsiasi settore)

    Tutte le esperienze creano competenze e queste ultime vengono riutilizzare.
    In questa maniera non sprechiamo le nostre abilità.
    La mia visione è una blue - economy delle multi.competenze.

    Fatemi sapere cosa ne pensate
    Grazie


  • Editori

    @anto non ho capito bene cosa intendi per muti.competenze blueconomy. Spiegati meglio?


  • administrators

    ciao @Elisa volevo intendere che le competenze non si eliminano ma si possono riutilizzare. Ogni persona può riutilizzare e riciclare le proprie competenze per propri progetti.


  • Editori

    @anto
    Se è così sono d'accordo. Io sono una studentessa del dams .Sto valutando di realizzare dei miei progetti. Voglio mettermi di impegno per realizzarli.


  • Editori

    @Elisa Sicuramente riuscirai a realizzare il tuo progetto. Se volessi consigli non esitare a chiedere.


  • Editori

    Grazie a tutti per l'incoraggiamento.


Effettua il Log in per rispondere
 

Sembra che la tua connessione a Openbadges sia stata persa, per favore attenti mentre proviamo a riconnetterti.